Enza Viceconte ed i suoi acquerelli

Ho conosciuto Enza Viceconte qualche anno fa, quando al marina di Salivoli venne organizzata una mostra d’arte con i suoi quadri ed i miei mezzi scafi.  Sono rimasto affascinato dalle sue opere che, salta subito all’occhio, sono di un realismo disarmante e sprizzano luminosità da ogni pennellata.    Ma soprattutto evidenziano un amore innato per il mare, in tutti i suoi aspetti ed i paesaggi del “suo” bellissimo mondo nel quale ella è immersa : l’isola d’Elba.

 

Acquerelle dal titolo "Barca in posa" delle dimensioni di cm. 60x60
Acquerello intitolato “Barca in posa” di cm. 60×60

 

Enza Viceconte è un nome conosciuto, non solo in Italia ma anche a livello internazionale.   Nel 2015 partecipa in Cina allo Shenzhen International Watercolour Biennial;   nel 2016 al 149th Annual International Exhibition of the American Watercolor Society di New York e nel 2017 all’Annual Members Exhibition held at the NWS Gallery in San Pedro, California. Sono solo alcuni degli eventi che hanno visto Enza ed i suoi splendidi acquerelli protagonisti, in cui le veniva ampiamente riconosciuta la conquista anche di prestigiosi premi.

Enza Viceconte è originaria di una splendida regione quale è la Lucania e sin da bambina ha dimostrato una notevole valenza e passione artistica tanto da cambiare anche regione per poter frequentare il liceo artistico.

Successivamente frequenta, non poteva essere altrimenti, l’accademia delle belle arti di Firenze per poi avere numerose esperienze artistiche sulle tecniche della tempera, degli affreschi, la doratura, la punzonatura, l’incisione……..tutte esperienze che hanno fatto della nostra Enza una artista “a tutto tondo”.

Ma è l’isola d’Elba, ove ella si trasferisce per lavoro, che con il suo fascino, le sue scogliere, i colori del mare, i suoi paesaggi marini, fa dare all’artista il meglio di se.

Vivo all’Isola d’Elba da molti anni, il mare lo vedo da casa, basta fare pochi metri, e le marine più belle al mondo sono davanti ai miei occhi. Porto sempre in borsa un piccolo astuccio con i godet perché mi piace “appuntare” gli umori del mare… bastano pochi minuti perché l’atmosfera muti e si trasformi, e le tonalità che vedo in quell’istante si trasformano in preziosi giochi di luce. E’ questo che mi piace raccontare: il colore, la luce, gli umori del mare, che come le mie emozioni si trasformano in una molteplicità di sentimenti

 Acquerello intitolato "Riflessi" delle dimensioni di cm. 35x70
Acquerello intitolato “Riflessi” delle dimensioni di cm. 35×70

Ecco cosa ama dire; parole da cui emerge l’amore per l’ambiente marino che circonda la sua vita, le sue abitudini e le intime emozioni che prova nel rappresentarlo nelle sue opere.

“Quando scelgo un soggetto parto dallo studio minuzioso dei giochi di luce sull’acqua, ma anche dal colore delle rocce e dalle loro venature… mi piace descrivere la varietà delle rocce del territorio e del gioco di luce che riflettono sul mare.  Sono affascinata dal movimento delle onde, dai venti di scirocco, maestrale, libeccio che si infrangono sulla spiaggia o sugli scogli. A volte dipingo sempre lo stesso posto in stagioni differenti, oppure solo mare con il movimento dell’acqua calma e trasparente, pura contemplazione della natura”.

 

 

Ed è proprio da queste parole che si comprende la vera essenza della sua arte.

Grande luminosità nelle sue opere, estremo realismo, derivante da una speciale tecnica acquerellistica a velature, usando colori trasparenti sovrapposti su carta di cotone e….il mare ed i suoi paesaggi, che non solo indicano la natura dei luoghi ritratti ma descrivono le emozioni e lo stato d’animo dell’artista.

Opere che vale la pena di vedere ed ammirare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *